martedì 6 luglio 2010

Aspettavo questa Review: Telefonino.net prova Iphone 4g

 

Apple iPhone 4
Apple iPhone 4

Insieme alla videochiamata, è il multitasking una delle novità più interessanti di questo iPhone 4, che dall'altro lato però ha una pecca non di poco conto: il maledetto effetto-mano. Come si evince dalla videoprova di Andrea, è un problema che esiste, non un'invenzione dei forum.

Link pagina video review


Quindi Telefonino.net appura il problema, poi nel voto finale mi trovo questo commento

Quattro stelle e mezzo perché nonostante alcune pecche di gioventù, resta il miglior prodotto touchscreen disponibile sul mercato. Inoltre, il tiro corretto su multitasking, videochiamata, display e multimedialità aumenta ancora di più la piacevolezza della user experience. Se avete risparmiato, è il momento di comprare iPhone 4.

Cioè fatemi capire ?! IO trovo un difetto non di poco conto di un telefono che non fa il telefono e poi ne consiglio l’acquisto?

Qualcuno può illuminarmi?

Eye rolling smile

Mettete il video a 9:00 Minuti

18 commenti:

  1. :D :D :D

    Evidentemente Telefonino.Net non vuole far la fine di MelaMorsicata ("Non sono la prostituta del Re")... :D :D :D

    RispondiElimina
  2. Si saranno accorti di aver detto la verità e quindi dopo hanno tentato di aggiustare il tiro XD

    RispondiElimina
  3. Mah , io la vedo piu o meno cosi.
    Il Petacchio è un bel dispositivo, a mio avviso è il miglior prodotto di Apple (OSX è una ciofeca, i vari Mac sono giocattoli).
    I maccari lo vogliono? Bene!! Supportate il vostro brand preferito, però almeno assicuratevi prima che sia FIXATO , e poi svenatevi . Che senso ha comprarsi un telefono difettoso con la massima consapevolezza di questo problema eccessivamente grave?

    RispondiElimina
  4. Si vede che il telefonino non l'hanno comprato. Solita storia dovella, solita storia. Sono tutti venduti

    RispondiElimina
  5. Overture , mi rifiuto di accettare questa storia.
    Un utente comune deve pur fidarsi di qualcuno di serio, stanno rovinando il settore più bello che sia mai esistito, mi stanno facendo passare seriamente la voglia.

    RispondiElimina
  6. Ma cosa ti rifiuti di accettare. La cosa sta proprio così. Un sito di tecnologia, a meno che non è finanziato da un ricchissimo mecenate, non può permettersi di comprare ogni mese vagonate di cellulari, processori, console, giochi e quant'altro solo per poter fare un articolo.
    Con il software ed i film è ancora possibile scaricarli ma l'hardware non lo recuperi da torrenti o muli e se non lo comperi, devi fartelo passare da qualcuno.
    Guarda la serie fifa: fino a quando l'adsl non era diffusa e di conseguenza non si potevano recuperare iso a manetta, le riviste si dovevano far passare per forza i dischi dalla EA e per forza di cose dovevano rilasciare commenti positivi (mai visto un fifa 97/2001 prendere un voto inferiore a 6,5 ?), pena perdere non solo fifa ma un treno di titoli tali da riempire 6 mesi di pubblicazioni, poi appena hanno potuto liberarsi dal giogo hanno cominciato a martellare di brutto.
    Che quel qualcuno sia il negozio di telefonia sotto casa al quale prometti un banner al fondo dell'articolo o direttamente il produttore dell'oggetto, dato il favore ottenuto, non puoi fare una recensione pienamente oggettiva, foss'anche merda pura.

    Generalmente i difetti non sono mai così gravi da obbligare a prese di posizione nette quindi è tutto nelle mani del recensore cercare di farle passare in secondo piano, ma qui si parla della mancata possibilità di usufruire della funzione base per la quale è stato concepito un cellulare. Come fai a far passare in cavalleria un simile difetto ? A meno che in comune accordo con il resto del mondo, fai passare la cosa sotto silenzio (hai presente gli rss dell'ansa ? sto ancora aspettando un loro articolo in proposito oltre alla solita presentazione gratuita) semplicemente la fai notare e poi continui per la tua strada consigliando comunque l'acquisto.

    "Un utente comune deve pur fidarsi di qualcuno di serio"

    Chi di grazia ?

    "stanno rovinando il settore più bello che sia mai esistito"

    E' la gente che compra senza cervello che lo rovina. E' la gente che spesso spende soldi in ninnoli inutili solo per compensare qualche altra mancanza e che data la cronica mancanza di grano, quando si trova ad aver comprato una cagata, non può neanche permettersi di correggere il tiro e comprare qualcosa di migliore quindi si tiene l'escremento e lo valorizza oltre modo.

    RispondiElimina
  7. No aspè.
    Per le review le aziende devono spedire il prodotto a tutte le redazioni importanti. Non devono comprare loro il prodotto , questo vale anche per le console PC e quant altro.
    Anche molti molto Blogger di un certo rilievo , ricevono prodotti da testare.

    RispondiElimina
  8. Infatti e credi che queste testate, dopo che hanno ricevuto il prodotto da testare gratis (e forse non lo devono neppure restituire, ma anche fosse cambierebbe poco) si mettono a mordere la mano che da loro da mangiare ?
    E' ovvio che non lo faranno mai.
    Loro non devono "testare" il prodotto, questo è già "testato", loro devono solamente attaccarci il bollino verde sopra. Sono recensioni comprate alla pari delle analisi sulle vendite effettuate da società compiacenti.

    RispondiElimina
  9. Mah?! Questa è un altra situazione che voglio approfondire

    RispondiElimina
  10. Cosa c'è di così assurdo da capire ?
    Immagina di gestire un sito come telefonino.net
    Immagina che nel giro di un anno, ogni produttore di cellulari faccia uscire in media 15 modelli a testa e che il costo medio s'aggiri sui 300 euro. Ogni anno dovresti spendere solo in dispositivi da recensire oltre 15000 euro.
    Mi spieghi come pensi di rientrare di una simile spesa ?
    Con i banner pubblicitari ? Forse, ma solo se il tuo sito è il più grande e visitato al mondo (e quindi potresti piazzare ogni banner per svariate migliaia di euro) altrimenti ringrazia se recuperi abbastanza grano da pagare l'hosting del sito stesso.
    Pensi di rivenderti i terminali usati ? Non recupereresti mai la cifra totale e saresti sempre in perdita.

    Dal momento che l'alternativa sarebbe avere tutti questi dispositivi a costo zero (e rivendendoteli ci guadagneresti anche) è ovvio che finiresti per accettare il patto diabolico con i vari produttori.
    Guarda melamorsicata: per molto meno è stata messa sulla lista nera di apple ed ha perso l'affiliazione, figurati se permettessero a qualcuno a cui regalano l'iphone da "testare" di fare una recensione negativa dove se ne sconsiglia l'acquisto.

    RispondiElimina
  11. No ,

    1) Non li pagano. Magari l'azienda spedisce il prodotto in testing per un "tot" di giorni e cmq. va restituito.
    2) Possono fare un "contratto" con qualche negozio amico , per fare qualche test e poi restituiscono il telefono.
    Sicuramente non acquistano niente.

    RispondiElimina
  12. Una spiegazione c'è.

    Ed è quella che abbiamo già pubblicato: il Magico Olio di Serpente.

    Se si conosce l'inglese, una recensione si può costruire sulla base delle recensioni altrui.

    È una cosa che fanno tutti (e che spesso ho fatto anch'io) nonostante i prevedibili piccoli inconvenienti: bisogna aspettare recensioni altrui, non si possono avere foto esclusive, eccetera.

    Ma il motore di parecchi webmaster è la vanità. Così si crea il paradosso: per poter dire "ho provato l'hardware dal vivo" (che è vero) finiscono per non poter dire la verità (altrimenti dalla prossima volta l'hardware te lo sogni).

    Tutto il mondo è paese.

    RispondiElimina
  13. Vabbè , nel caso di telefonino.net e tanti altri abbiamo visto dei video fatti da loro .

    Anche se.. molti siti per la prima volta hanno lasciato ai lettori il compito di fare le review in attesa di qualche dispositivo.

    RispondiElimina
  14. "e cmq. va restituito."

    Secondo me i produttori se la prendono comoda con i termini di restituzione e praticamente regalano il pezzo. Di sicuro in ogni caso, sgravano il sito dalla spesa per il pezzo ed è questo ciò che conta, ciò che basta per corromperli

    "Se si conosce l'inglese, una recensione si può costruire sulla base delle recensioni altrui."

    Ma così facendo ripeti a pappagallo quanto riportato altrove con la garanzia che prima o poi i lettori se ne accorgono. Non parliamone poi se ci scappano degli strafalcioni e ancora, una recensione se non è tempestiva serve a poco. Sono in proporzione pochi i siti che meritano di essere "attesi", gli altri devono battere il ferro finchè caldo ovvero devono fornire i test entro la prima settimana.

    RispondiElimina
  15. Secondo me ogni azienda ed ogni prodotto è una storia a se.
    Di qua ogni tanto passa qualche redattore, se magari (anche in anonimo) potrebbe essere cosi cortese da spiegarci piu o meno come stanno le cose? !
    Te ne saremmo grati :)

    RispondiElimina
  16. "Secondo me ogni azienda ed ogni prodotto è una storia a se."

    Mah... secondo me tutto si gioca sulla faccia tosta. Certi produttori ne hanno più di altri ma alla fine sono tutti laidi perchè l'onestà di creare da subito un prodotto come si deve non ce l'ha nessuno.

    "Di qua ogni tanto passa qualche redattore, se magari (anche in anonimo)"

    Devi sperare che sia in rotta con la redazione per la quale scrive

    RispondiElimina
  17. In sintesi....................

    manca l'onestà di scrivere

    "MESSAGGIO PROMOZIONALE"

    RispondiElimina
  18. Eggià ma se scrivono quello vanificano tutto il lavoro di "bollinatura". Hai idea quanto costa comprare una pagina pubblicitaria su un quotidiano a tiratura nazionale ? Migliaia di euro e per cosa poi ? Per un messaggio che si leggerà per un giorno solo e che riuscirà ad attrarre l'attenzione solo se verrà pedestramente riproposto per almeno la settimana successiva, giorno per giorno con evidente moltiplicazione dei costi.
    In alternativa, regali qualche cellulare ad un po' di blogger e siti di tecnologia spacciati per seri e li trasformi nelle tue puttane a vita. Ad apple un iphone costa una miseria e sfruttandolo in quel modo ci guadagna 1000 volte a dare il via ad una campagna pubblicitaria regolare.

    RispondiElimina