lunedì 21 novembre 2016

Bastavano un paio di watt

Maccari, fanbois e Maccaroni: ecco arriva lo SPIEGONE!*

Il nuovissimo Macbook Pro è limitato a 16 giga RAM perché usa memorie LPDDR3E anziché DDR4 come i vari Dell e Lenovo di fascia alta (che supportano 32Gb).

In condizioni normali 16 giga di RAM richiedono poco più un watt e mezzo, mentre la DDR4 richiederebbe "da 3 a 5 watt".

Il resto delle considerazioni tecniche è in un articolo di MacDaddy, dove l'autore si lamenta anche del fatto che:
Personalmente avevo il 17 pollici, e avrei sempre comprato la configurazione più potente su cui fossi riuscito a mettere le mani. Anche se fosse pesata 10 chilogrammi e costata diecimila dollari, l'avrei comprata ugualmente. Ma evidentemente io non sono il loro target di mercato.
1,49 ampere per 1,2 volts = 1,78 watt


* lo SPIEGONE è la spaghettata di boiate che la Apple distribuisce ai fanboi per giustificare le sue cagate più colossali. A suo tempo passarono dai PowerPC G4 agli Intel Core Solo e Core Duo, che andavano più lenti e consumavano più energia. Però lo SPIEGONE fu che avevano migliorato le Performance Per Watt. Senza spiegarti come. Perciò si chiama SPIEGONE.

[OT] Il NES mini è una CIOFECA , Emuliamo con un PC che è meglio !



Il Nes Mini Classic di Nintendo non è quello che ci aspettavamo in termini di qualità , l’assenza di un filtro serio compromette molto l’originalità dei titoli , cosi come la palette dei colori non rispetta quella originale NES .
Purtroppo o per fortuna , chi sviluppa emulatori si è dimostrato di gran lunga superiore a quello che Nintendo ci propone .
Per iniziare a giocare alla grande i titoli anni 80 basta veramente poco .
Se non avete un PC , ne esistono alcuni a meno di 100 € che sono estremamente validi . 
Mini PC  a 99 € 

image


image

Basta questo per cominciare :) 

image


image

Scaricate LaunchBox
Launchbox versione gratuita servirà a dare un interfaccia grafica gradevole ai giochi nascondendo il lavoro che fa l’emulatore ,
Una volta scaricato retroarch scompattatelo in una cartella , 
Doppio click su retroarch.exe

image

Per spostarvi tra i menu , utilizzate le frecce direzionali della tastiera , poi con X e Z si va avanti o indietro tra le impostazioni .

image

Fate Online Updater

image

Core Updater (sarebbero gli emulatori singoli)

image

trovate NES/Famicom (NestopiaUE) adesso premete Z
il Core per emulare il NES è scaricato .
Tornate indietro con Z e quindi spostatevi in setting

image

Video

image

Use Full Screen Mode , e cosi i giochi saranno a pieno schermo .

E retroarch cosi è configurato ,
Se avete un il gamepad di Xbox o XboxOne sarà già tutto pronto al gioco senza nemmeno configurare i tasti .
Fate ESC e uscite da retroArch
installate LaunchBox 

image

Strumenti ( o tools)
Importa
Files ROM

image

Add Folder , e poi andate avanti 

image

Selezionate Nintendo Entertaintment System -> Avanti

image

Adesso fate aggiungi (la prima volta) e trovate retroarch come target , dopodiché lo selezionate come nella foto.
Continuate il tutto in pochi passi … 
Adesso il vostro PC emula il NES in maniera perfetta .
(Le ROM cioè i giochi , si trovano con estrema semplicità ) 

mercoledì 9 novembre 2016

Confermato: Apple odia le tastiere e la comodità


Notare la postura scomoda e laboriosa della gentile signora che tenta di sembrare una DJ che usa la Touch Bar per cambiare il volume.


Notare i tasti del MacBook Pro, già scomodi nel 2015 e scomodissimi nel 2016.

venerdì 4 novembre 2016

Bidonata MacBook: incompatibilità USB-C/Thunderbolt

"Apple ha scelto di impedire ai device certificati Thunderbolt 3 che usano chipset Texas Instruments di funzionare coi MacBook Pro 2016... tra cui ad esempio tutti i device che usano gli adattatori per DisplayPort e HDMI TBT3-DP2X e TBT3-HDMI2X".

Mettendo così nei guai anche i produttori di add-on.

Notizia da MacRumors.

martedì 1 novembre 2016

Benjamin Button recensisce il nuovo MacBook Pro

Il nuovo MacBook Pro dimostra che Apple sta finalmente diventando seria per gli sviluppatori.

Non c'è più quella ciofeca di TouchBar, sono state tolte di mezzo quelle inutili quattro porte USB-C che obbligavano gli utenti a portarsi in giro una valigetta piena di adattatori. Al loro posto c'è finalmente un'abbondanza di porte developer-friendy: due USB 3.0 e Thunderbolt 2, un connettore di alimentazione, e una porta HDMI attesa da tanto tempo.

I fotografi esulteranno a vedere la sorprendente e benvenuta aggiunta di un lettore SDXC, segno che la Apple finalmente sta considerando sul serio le esigenze di chi fa fotografia.

Il nuovo connettore MagSafe è progettato bene: il cavo di alimentazione resta agganciato finché non riceve strattoni: non hai più la paura di sfasciare il tuo MacBook da duemila euro con un'involontaria pedata.

Questi nuovi MacBook saranno un pochino più spessi (per alloggiare le porte USB) e duecento grammi più pesanti, ma non si sa ancora se questo peso in più riguarda la durata della batteria.

Una cosa molto interessante: la Apple ha eliminato quella cagata del lettore di impronte digitali e relativo chip, probabilmente pensando che gli sviluppatori non si sentono a loro agio con un computer che non possono controllare completamente.

Il cambiamento che si nota per primo è la tastiera ridisegnata: l'aver tolto la TouchBar ha lasciato spazio per una nuova fila di tasti funzione e soprattutto un tasto Esc. Non è una soluzione perfetta: i tasti funzione sono un po' in stato confusionale (bisogna far attenzione a non premerli se non si sa alla perfezione cosa si vuole fare) e il tasto di spegnimento è un po' troppo vicino al tasto Backspace, ma è sicuramente un grosso passo avanti.

Tutta la progettazione è fatta in modo da favorire chi usa molto la tastiera. La trackpad è più piccola, così non si rischia di strisciarla col qualche parte del palmo delle mani. I tasti stessi sono più confortevoli, con un tocco soffice e un feedback tattile molto sicuro. Non c'è più l'impressione di pestare sul vetro di un iPad. E siccome non c'è più la TouchBar, non c'è più bisogno di guardare la tastiera ogni volta.

Nonostante tutte queste migliorie, la Apple abbassa il prezzo del MacBook Pro 15" di ben 400 euro, altro segno che intendono vincere il cuore degli sviluppatori.

Questa release è un segno incoraggiante da parte di Apple, i cui prodotti non hanno visto migliorie significative fin da quando l'azienda introdusse un sistema operativo separato per i suoi laptop nel 2019. Corre voce perfino che la Apple potrebbe rinnovare la sua linea di Mac Pro e desktop, che non sono stati più aggiornati fin dal 2022.

Ma la voce più insistente è che la Apple sta per aggiungere un jack per le cuffie sul suo popolarissimo iPhone.

lunedì 31 ottobre 2016

Il nuovo MacBook Pro non è buono per gli sviluppatori

  • la Touch Bar dipende dall'applicazione attiva: Esc e i tasti funzione sono spariti!
  • le specifiche tecniche sono quasi uguali al MacBook Pro del 2010, quando era espandibile fino a 16 Gb RAM e con processori fino a 2.4 GHz
  • i notebook e computer della concorrenza hanno invece processori Core di settima generazione (guardate ad esempio gli HP Envy già in vendita, e gli Acer Swift 7 e i nuovi Dell XPS 13), dischi NVME M.2 (guardate questo Lenovo del 2014), e tasti ESC F1 F2 F3 ecc. veri e non da rimappare!
APPLE: CHE CIOFECA!!

domenica 30 ottobre 2016

Important Recap: "creare" o "comprare"?


I fanbois Apple stanno rosicando malamente: avevano appena cominciato a festeggiare per l'aver sbolognato lo stock di batterie esplosive iPhone alla Samme Sunghe, che il recente evento Microsoft li riporta alla drammatica realtà:
  • i prodotti Apple servono per comprare contenuti
  • i prodotti Microsoft servono per creare contenuti
Tutta la filosofia Apple è quella di ingabbiarti nel suo ecosistema per venderti contenuti, giochini, servizi, abbonamenti, con l'obsolescenza programmata, anzi, programmatissima dell'hardware.


sabato 29 ottobre 2016

La gente dice che Microsoft è più innovativa di Apple

Articolo del Business Insider: People are saying that Microsoft is now more innovative than Apple

E comunque il mito Apple dei miliooooni e miliooooni di Apps scaricabili si scontra con la durissima realtà: le apps usate da chi non ha bisogno di giochini - cioè le apps usate ogni giorno nell'ambiente business - sono appena una dozzina:



Ma Apple sta migliorando molto i suoi prodotti: infatti quest'anno la US Federal Trade Commission ha ricevuto soltanto 500 proteste ufficiali per cui la media di lamentazioni contro Apple è scesa da 26.5 mensili a 22.6 proteste mensili.

venerdì 28 ottobre 2016

Dovella, ma li senti come rosicano?

Attivissimo è notoriamente un fan di Apple, ma il suo recente articolo ieri cominciava così:
Le novità di Apple umiliate da quelle di Microsoft

Sì, Apple ha presentato i nuovi MacBook Pro... Ma si tratta di affinamenti e gadget, non di grandi novità. Microsoft Surface Studio è un’altra storia.
Ma la parte divertente è nei commenti gnè-gnè dei fanbois umiliati e rosicanti.

I primi 4-5 commenti sono di fanbois che rosicano e sono disperati:
Mi sembra che il punto fondamentale, Paolo, non sia tanto la compatibilità con Office menzionata nell'articolo ma il fatto che le principali applicazioni di CAD non sono compatibili con OSX (e Linux). Per me, utente Mac (per ragioni di ambiente in cui ho lavorato) questo è un GROSSO problema...
La forza di Apple si trovava nella volontà di Steve Jobs di semplificare la linea di prodotti, non di togliere funzionalità ai prodotti e moltiplicare questi ultimi...
Solo un piccolo appunto: i processori dei nuovi Macbook non sono "nuovi", ma appartengono alla classe Skylake, quindi Core di 6° generazione. Già da qualche settimana HP ha messo in vendita i suoi notebook con processori di 7° generazione. Purtroppo Apple non è più l'avanguardia dell'hardware disponibile.  
Ma solo a me la barretta al posto dei tasti funzione sembra una stronzata?

Seguono quindi i commenti dei fanbois rosicanti ed accecati dall'invidia (ma sentili come rosicano, rosicanooooo!!!)
Quei due bracci dietro con quella base hanno un design (se si può usare questo termine) osceno. Solo Mic***oft poteva fare un obbrobrio del genere.
Anche il mouse rigonfio a collinetta, fa letteralmente pena, ma a quello, in casa wi***ws ci si è abituati. 
Purtroppo i 1024 livelli di pressione non sono paragonabili ai 2048 di un display tipo il Cintiq, che rimarrà sempre la scelta del professionista della grafica.
...nella vita di un utente normale non ti servirà mai fare quel casino col monitor, tra touch e inclinature varie (già tanto se all'utente medio serve un pc fisso). Un bel computer che servirà a qualche professionista di settori specifici. Comunque, tanto di cappello, ci hanno provato.
Vediamo se dopo un anno di utilizzo, bisognerà fare anche su questo il famigerato "formattone"!
Rosica, fanboi Apple, rosica!


giovedì 27 ottobre 2016

Touch Bar, cioè il bar che ti tocca

Riguardo ai nuovi modelli Macbook con il Touch Bar, ecco le domande più frequenti nel forum Apple.


  • Buongiorno, ho diverse pen-drive USB, un disco USB, uno scanner USB, una stampante USB, una fotocamera USB... ma mi sono appena accorto che il Macbook (un salasso da tremila euro) non ha nemmeno una porta USB!! Ha solo una USB-C che per giunta è occupata dall'alimentatore!!
    Risposta: i nostri ingegneri Apple hanno stabilito che le porte USB 2.0 e 3.x sono obsolete, puoi però comprare un adattatore originale Apple a soli € 79,99.
  • Salve, ho un Macbook Touch Bar ma non riesco a usarlo. Il Touch Bar infatti è dislocato nel posto più caldo del notebook, e quindi ogni volta che tento di toccarlo mi ustiono. Non si può fare qualcosa per rimediare?
    Risposta: nella primavera 2017 usciranno i nuovi modelli con opzionale un Circuito Refrigerante Aggiuntivo per Touch™ Bar™ Ristoranti™ e Trattorie™, che però va attivato un'ora prima di toccare il Touch Bar e riduce la durata della batteria.
  • Buonasera, il mio Macbook scalda parecchio (come tutti i modelli precedenti), al punto che il Touch Bar si è fuso come una sottiletta depositata in una padella di olio bollente. Prima si leggeva distorto, poi si è stropicciato, adesso si è scollato e ritirato. Vorrei farmelo cambiare in garanzia.
    Risposta: ci dispiace, ma nel punto 9 del paragrafo 35 del comma 18 dell'articolo 46 dell'Accordo di Licenza del Cliente è indicato che il Cliente è tenuto ad adeguare la temperatura del suo ufficio o sua abitazione a livelli siberiani, altrimenti il normale surriscaldamento può danneggiare alcuni componenti hardware.
  • Salve, vorrei capire come mai la Touch Bar è stata posizionata sulla tastiera, cioè nel punto in cui solo i cretini vanno a guardare. Sono anni che ho imparato a digitare senza guardare la tastiera e ora il Touch Bar mi costringe di nuovo a guardarla. Risultato: ho un torcicollo pazzesco ogni volta che lavoro col Macbook.
    Risposta: la nostra analisi di mercato aveva stabilito che tutti i mac-fanbois, maccari e maccaroni, sono gente che o sta imbambolata a guardare lo schermo o sta imbambolata a guardare la tastiera alla ricerca di qualche tasto. Il suo torcicollo è frutto della sua immotivata abilità a dattiloscrivere senza guardare la tastiera: peggio per lei che ha voluto essere efficiente nell'uso del computer.
  • Buongiolno, sono Cin Ciao Lin, implenditole cinese. Ho plodotto una Touch Bal che si applica alle polte USB Tundebbolte Blututte Seliale Eccetela, così qualsiasi compiutel Mac Windows Linux può usale Touch Balle.
    Risposta: se è compatibile Apple ti facciamo causa, perché altrimenti i nostri clienti non pagheranno più i 499 euro per farselo sostituire tutte le volte che si guasta.
  • Aiuto! Avevo impostato il Touch Id con il Touch Bar ma prima è successo che l'Apple Pay mi ha fatto comprare un costoso prodotto Apple obsoleto e poi quando ho tentato di entrare in login mi dice sempre che il mio dito-password è sbagliato!
    Risposta: può darsi che sia stato un malware o un virus, ormai quelli per Apple non si contano più. A proposito, grazie per i suoi recentissimi strabilianti ordini su iTunes e su Apple Store.