venerdì 28 maggio 2010

Il Sole 24 Ore massacra l'iPad

clipped from www.ilsole24ore.com

L'iPad non è tutto oro. Ecco quello che non va

http://fabrizioraimondi.files.wordpress.com/2009/11/merda.gif
clipped from www.ilsole24ore.com

Arriva l'iPad. La tavoletta digitale di Apple è tra le legittime aspettative dell'industria editoriale che conta di trovare finalmente un modello di business digitale. Le attese per la novità sono elevate: si registrano fenomeni di iperesposizione mediatica, già visti, ma comunque singolari, e sconcertanti atteggiamenti di incondizionato entusiasmo dai tratti "religiosi".

Oggetto di culto o potenza del marketing.
Quello che non convince. Ma torniamo all'iPad, dove la cosa più insopportabile è la mancanza di una porta Usb.
Tablet per internet. L'iPad, come tutti i prodotti Apple, deve essere utilizzato per quello che è: un tablet per navigare in Internet, leggere libri e farci del multimedia. Meglio chiedere a un Mac di fare il Mac, non di fare il pc. Ebbene, lo stesso vale anche per la tavoletta "magica" perché non è né un'alternativa ai netbook e portatili compatti né un e-book reader.
la cui effettiva utilità nel tempo è tutta da dimostrare
L'iPad è l'articolo più chiacchierato e più denigrato dalla stampa.

Il caso del Sole 24 Ore è interessante perché generalmente comparivano solo articoli sperticati sui prodotti Apple. Ma non si può fare eternamente pubblicità gratuita: non sono mica tutti gonzi!

Notare i termini: iper-esposizione mediatica... incondizionato entusiasmo dai tratti "religiosi"... potenza del marketing...

11 commenti:

  1. Senza porta usb a metà 2010...inconcepibile

    RispondiElimina
  2. Beh meglio tardi che mai , Congrat al sole 24 ore :)

    RispondiElimina
  3. La porta USB sarà nella prossima versione.

    Se vai un attimo nel futuro, per esempio tra un anno, cercherai "ipad" su eBay e troverai offerte varie... tutti quanti che specificano nel titolo se l'iPad in questione è "CON" o "SENZA" porta USB ;-)

    RispondiElimina
  4. 1° Versione Dagli solo i soldi in cambio di niente
    2° Versione Dagli gli stessi soldi e ti daranno un USB
    3°Straordinaria scoperta con l USB, ci mettono la cam da 1 mpxl.
    4° toglieranno la porta USB e metteranno un lettoore di Memory Card, la cam sarà da 1,5 mpx e lo schermo sarà piu piccolo
    5°Ritorno del USB tolgono la Cam ma l HD è piu grande .
    6° Si passa al Ipad 2 :D e la storia ricomincia

    RispondiElimina
  5. Stamattina ho visto il servizio del TG5 legato all'iPad e il giornalista ha fatto una tale sviolinata che non sifgurerebbe con l'orchestra sinfonica viennese.

    RispondiElimina
  6. Adriano , i "nostri" giornalisti non sarebbero capaci di recensire nemmeno una macchina fotografica.
    Ripetono a pappagallo quello che trovano nei siti pappagalli.

    RispondiElimina
  7. Concordo, infatti sembrava una specie di riassunto parlato di tutto quello che è stato scritto in questi mesi

    RispondiElimina
  8. No problema c'ha pensato la Stampa a riportarlo a galla con tanto di interviste tipo "mi ha cambiato la vita"

    RispondiElimina
  9. E mentre i Maccari oggi festeggiano , Google Nexus One è già terminato nello shop Vodafone. Domani arriva in pochi negozi selezionati. Dai che ce la fai! http://ff.im/l4o0z

    RispondiElimina
  10. Sinceramente credo che i quotidiani siano la fonte piu ridicola di tutte per quanto riguarda la tecnologia.. questo vale per tutti i prodotti e per tutti i giornali... Perchè qualunque dispositivo esca sono li pronti a seguire la corrente e fare l'articolo che vende di piu ingrandendo difetti o pregi e sparando enormi castronerie... Tutto questo ovviamente in italia.. all'estero è di sicuro migliore anche se non sono comunque il top..

    RispondiElimina
  11. I quotidiani infatti non sono una fonte affidabile (tanto meno il Sole 24 Ore).

    Non sono affidabili quando sviolinano, non sono affidabili quando massacrano.

    Però siccome il massacrare l'iPad richiede un po' più di fegato (perché si va "controcorrente" rispetto alla mandria di fanboys)... allora fa più notizia.

    RispondiElimina