sabato 8 maggio 2010

Ecco lo standard che ci "mancava"!

As Adobe Flash and Microsoft Silverlight duke it out over their plugin-based, HTML-alternative web platforms, Apple is using Gianduia, its new a client-side, standards based framework for Rich Internet Apps, to create production quality online apps for its retail users.
clipped from it.wikipedia.org
File:Gianduja.jpg
Gianduia era il nome della maschera carnevalesca torinese (photoshoppatevi l'immagine qui allegata con la faccia di qualche maccaron-fanboy).

Ora è anche qualcos'altro, grazie ad Apple: è un (ennesimo) nuovo standard per le applicazioni web... proprio ciò di cui sentivamo la tragica mancanza

Già sento le discussioni dell'anno prossimo: "hanno bucato di nuovo la sicurezza Apple!" "Oh, no! Era una falla di Safari?" "No!" "Era una falla di Mac OS X?" "No, riguardava il web!" "Era dunque un'altra falla di Gianduia!?" "Sì, e per questo la Apple ha raccomandato ai suoi utenti di non navigare l'internet fino al rilascio della patch nella prossima estate!!!"

"Non navigare? Eppure solo lo zero virgola zerotre per mille dell'internet usa Gianduia!" (cioè solo alcuni siti di maccaron-fanboys!)

7 commenti:

  1. Gianduia non mi convince proprio per niente. A parte che potevano trovare un nome migliore ma la mia perplessità si basa sulla tecnologia su cui è creato.

    Ho letto in vari siti che si tratta di una specie di framework scritto in Javascript + HTML5 cross-browser e multipiattaforma che non necessita di plug-in in quanto funzionerebbe nativamente su tutti i nuovi browser (e già quì nasce il primo dubbio in quanto l'HTML5 è implementato ancora poco e male nei vari browser e ognuno lo interpreta a modo suo, basti pensare al tag video), e che porta Cocoa + WebObjects & annesse tecnologie Mac (quindi desktop ed esclusive per quella piattaforma) anche su altri sistemi tramite web, cosa impossibile senza un plug-in che traduca il codice Cocoa in codice Javascript.

    L'ultimo dubbio riguarda i tools di sviluppo: sarà integrato in XCode (e quindi solo ed esclusivamente per mac) oppure rilasceranno un archivio zip con i file necessari da integrare nelle pagine web (e quindi su ogni OS) sulla scia di JQuery ed altri framework basati su Javascript?

    RispondiElimina
  2. Ma esplodessero loro e i loro iToys e così si chiude con le scempiaggini.
    Ma perfavore! Gianduia... ma questi si son fumati calze non lavate da mesi, ma che cavolo!
    :-D

    RispondiElimina
  3. Ecco allora cosa offrirà il prossimo update da
    appleupdate.exe :DDDDD

    NON INSTALLATE SOFTWARE APPLE SU WINDOWS!!!

    RispondiElimina
  4. Apple non è la prima volta che prova a proporre qualcosa per il web piu o meno aperto... ha fallito in passato e fallirà anche stavolta..perchè alla fine è uno dei tanti framework che usciranno con javascript+html5.. uno dei tanti..

    RispondiElimina
  5. Qualche Hacker ha preso possesso dell account di Phate89.
    Queste non sono parole sue

    XDDDD

    RispondiElimina
  6. Come detto in un altro commento, Apple presenterà Gianduia come il Flash-killer e il salvatore del Web. Ci scommetto che sarà un successo. E l'HTML5, tanto decantato da chi voleva un mondo senza Flash già oggi (anch'io lo vorrei, ma non è il momento), se la prenderà in quel posto. Anche perché ci scommetto pure che Google non starà a guardare.

    RispondiElimina
  7. Non ci posso credere!!!
    Ma questi (ossia Apple) ci fanno o ci sono!!
    Mi sa che questo diventerà lo standard per i soli
    iMaccanici (alias iMaccaroni).
    Come diceva a suo tempo il MessaGGiero:

    Apple! PIGLNG!

    RispondiElimina